venerdì 30 luglio 2010

La mia ragazza è meglio di Fini

Alessia deve ancora compiere 16 anni. E' nata nel 1994, quando i due litiganti cominciarono ad avvicinarsi.
Fini ha avuto bisogno di 16 anni di tempo per capire che Berlusconi è il tipetto poco raccomandabile che oggi dipinge.
16 anni sono tutta la vita della mia ragazza. Lei in 16 anni ha fatto le seguenti cose: nascere, tirare il primo respiro, imparare a parlare, a camminare, a leggere, a scrivere, a contare, a sommare/sottrarre/dividere/moltiplicare, si è fatta degli amici, ha avuto ragazzi (dai che lo so, che il meglio sono io), ha visto posti, ha viaggiato, ha sviluppato un rapporto con i genitori, si è formata una sua idea politica. E mi fermo qui, che sennò poi la tiro lunga.
Alessia ha vissuto, in questi 16 anni.
Fini in 16 anni ha capito che Berlusconi ha dei processi sul groppone e non è un liberale, ha deciso che non bisogna cacciare a calci gli immigrati e ha scoperto che la destra europea è una figata.
Vi sfido a dire che la mia ragazza non è meglio di Fini.

PS. Che poi è andata benone, il loro standard di solito è un ventennio.

NON E' SUCCESSO NIENTE DI IMPORTANTE OGGI


mercoledì 28 luglio 2010

Ehi, la sai la novità? Ho comprato un Macbook

La barba ce l'ho, gli occhiali spessi pure. Mi manca poco per essere un vero Mac User.

lunedì 26 luglio 2010

Compagni che sbagliano?

A settembre uscirà il nuovo disco dei Manic Street Preachers. Ha un titolo bello e poetico, Postcards from a Young Man, "cartoline da un giovane"
Forse riusciremo a superare il "problema" Send Away the Tigers, mi dicevo. Journal For Plague Lovers era splendido, ma era in qualche modo una specie di "ti ricordi i bei vecchi tempi di The Holy Bible? Ah, quanto ci manca, Richey". Si sentiva che i testi erano di Richey - roba abbozzata, eppure bellissima. La vena politica di Nicky era messa a freno e si tornava ad avere un disco disperato, di urla e di rabbia e di tristezza.

Ma era solo una parentesi, ormai è andata. Non c'è più un'illustrazione di Jenny Saville in copertina, qui c'è Tim Roth (!) e la voglia di parlare a tutti.
Poi leggi le parole di James Dean Braidfield, il cantante (traduzione mia):
stavolta abbiamo un sacco di pezzi da radio, [l'album] non è un seguito di Journal For Plague Lovers, è l'ultimo colpo alla comunicazione di massa.
Nicky aggiunge:
abbiamo sempre avuto questa cosa dell'infiltrarci nella scena mainstream. E' stata una nostra precisa decisione quella di voler sentire i nostri pezzi sulle radio. Il nostro mantra all'inizio era: se hai qualcosa da dire, dillo al maggior numero di persone possibili.
Non è necessariamente sbagliato. Mi preoccupano molto di più altre cose. Dice James:
Questa volta stiamo tentando di mettere in piedi un'esperienza in grado di portare un po' di gioia". E ancora: "Penso che noi abbiamo reagito principalmente contro noi stessi. Quando abbiamo fatto This Is My Truth Tell Me Yours è presto diventato il nostro album più venduto in tutto il mondo, e noi abbiamo fatto un disco di punk sperimentale e "rumoroso" come Know Your Enemy e siamo riusciti a far crollare le vendite.
E allora? Qual è il problema?
Se lo ricordano quant'era bello Know Your Enemy? Io sì:


Viene da chiedere se James, Nicky e Sean agiscano per i soldi, e se debbano piegare la forma musicale al messaggio. Non è così, una svolta commerciale a quarant'anni suonati non funziona e loro lo sanno bene, ma sono affermazioni che lasciano perplessi.
Come Nicky, quando ci fa sapere che questo sarà un disco "Heavy Metal Tamla Motown": mi sto ancora chiedendo cosa diavolo significhi.
Staremo a vedere. Intanto, ecco l'analisi extra-album di Nicky che risolleva il morale:
[...]un' eternità di assoluta merda indie che non si connette emotivamente con nessuno. Ci sono persone davvero disperate, là fuori. Sono peggio della noia assoluta. Ci sono band che scimmiottano Ian Curtis ma che non prendono ispirazione dalla profondità e dalla vera poesia dei suoi testi [...] è tutto uno spettacolo di cabaret. Per noi, Ian Curtis è uno dei più grandi scrittori in ogni campo del ventesimo secolo.

sabato 24 luglio 2010

Bum!

Billy Corgan è svenuto sul palco, in Florida.

"Adesso ve lo spiego io chi sono i Metallica"

Ieri è venuto Bersani a Mezzolara, gli ho detto un po' di cose. Appena Luisa me lo passa posto il video!

giovedì 22 luglio 2010

Farsi trascinare

Massimo Del Papa è andato a vedere il terzo film della saga di Twilight:

[...] Mia moglie, che la pagherà, m'ha trascinato a vedere il terzo episodio della saga Twilight, che in realtà è una sega. Potrei scomodare il Fantozzi della “Corazzata Potemkin”, ma sarebbe già nobilitarlo; potrei tirare in ballo l'Iliade di Omero riveduta, scorretta e cartoonizzata, ma Padre non perdonarmi perchè non so quel che scrivo. Posso solo dire che vi aspettano, in caso voleste ripetere il mio crimine, due ore abbondanti di etica ed estetica da discoteca, da reality. Con un messaggino intrinseco: essendo il filmetto dedicato alle fanciulle di tutto il mondo globale, la protagonista è una stronzetta lagnosa, che si lascia vivere, che confonde per confondersi, che assaggia per capire chi è, tiene sulla corda e non sa decidersi tra il vampiro che non ha mai freddo e il licantropo che ha sempre caldo e gira seminudo, non esita a metterli uno contro l'altro e se è il caso a scatenare una guerra fra tribù. Però lei non ha mai colpa di niente, povera figlia, vittima delle circostanze. Da cui l'incitamento al gentile pubblico femminile in calore: esisti solo tu, esiste solo quello che sta al centro di te che stai al centro del mondo, il resto gira attorno, sei la Fica di Vitruvio, scopi ergo sei, sei chi ti scopi, e se il vampiro non ci sta dev'essere un po' così, quindi buttati nelle zanne del lupacchiotto, che hai tutte le ragioni e nessuna responsabilità, vedi quanto sei bellina, sei diversa tutte le altre, sei unica e il mondo se ne deve accorgere, sei talmente diversa che al mondo ce n'è un miliardo o due come te. Poi ci si chiede come mai le nostre adolescenti sono mediamente isteriche, limitate e zoccolette. Non mandatele a cercare Caravaggio, potrebbero pentirsene e non per sindrome di Stendhal.

Per la prossima ricerca di fisica uso questo

Questo è il teaser trailer del nuovo motore fisico sviluppato da Thiago Costa di Ubisoft Digital Arts. Non mi pare niente male. Si chiama Lagoa Multiphysics 1.0 ed è sviluppato per conto di Lagoa Techonologies.
Thiago Costa ha detto che nei prossimi giorni aggiungerà molte più informazioni sul sito di Lagoa Technologies

Lagoa Multiphysics 1.0 - Teaser from Thiago Costa on Vimeo.

martedì 20 luglio 2010

Job Opportunities (cazz' e mazz')

Io e Mattia Ravanelli detto Zave stiamo ufficialmente cercando un posto nella redazione di un grosso quotidiano, o un grosso sito. Comunque qualcosa di "grosso".
Volevo scriverlo anche io un post così, ma ci ha già pensato lui. Mi associo, ecco. Anch'io voglio scrivere. Dai, che la mia mail è lì sul lato. Contattatemi, redazioni, vi faccio fare bella figura ad avere il giovane che conosce le cose di cui parla.

[...]conoscete qualcuno che conosce qualcuno che mi possa far scrivere su qualche bel quotidiano nazionale di quelli importanti? Che lo so anche io che in un mondo perfetto non dovrebbe succedere, ma avete mica aperto per sbaglio giornali e mica giornali negli ultimi enne anni? Ecco, non prendiamoci in giro: è pieno di cialtroni forse, a volte, anche più cialtroni del sottoscritto. Insomma: qualcuno può mica metterci una raccomandazione molto Prima Repubblica, ma tutto sommato perfettamente Seconda Repubblica? [...]

mercoledì 14 luglio 2010

Quella brutta faccenda dell'Auditel

Mattia ha gettato il sasso: sta a noi capire la portata rivoluzionaria della sua inchiesta e diffonderla. Nel mio piccolo farò di tutto per avvicinare quel simpatico trentenne al suo sogno di diventare un personaggio strapagato e poter scrivere di giochini tutto il giorno!
Update: Sergio nei commenti al post scrive

Magari i ricevitori li hanno presi tutti i produttori e presentatori per accreditarsi milioni di spettatori XD

E la cosa mi pare più che sensata. Una cospirazione di ampie dimensioni? Tipo X-Files, tipo Roswell? Staremo a vedere.

martedì 13 luglio 2010

Le cose fatte bene


KORN LIVE: THE ENCOUNTER

Korn | MySpace Music Videos

Il premio per la Cosa Più Figa Dell'Anno spetta ai Korn e al loro concerto fatto all'interno di un cerchio nel grano!

SCUM Manifesto

Sono sotto shock: la mia ragazza, in vacanza a Rimini, ha appena utilizzato il termine "un vallo".
In attesa della formazione di un ampio e trasversale Partito del Sud (al quale mi iscriverò prontamente, il MPA non mi soddisfa) butto giù due pensieri sulla nuova Cagatella Sbagliata del Partito Democratico (la numero 765, direi).
Nel caso specifico, Pippo chiede il ritiro di un particolare manifesto, questo:


Orpolà, mica male: cielo azzurro, bandiera italiana e un'allegra sequenza di "+" e "-". Nuovi linguaggi, tutta roba studiata, presumo.
Ma il sen. Palmiro Ucchielli, dopo un'allegra musichetta d'introduzione, ci spiega come stanno le cose:


Ora faccio il serio, però. La questione non è banale.

Quella della comunicazione a sinistra è una ferita aperta. Noi diciamo cose giuste, ma non riusciamo a farle sapere in maniera decente agli altri. Questo è uno di quei casi.
Chi dice che questo manifesto copia la Lega di sbaglia. Ucchielli, ne sono sicuro, non è un leghista, non ha nessun intento razzista: l'intento sarebbe quello di sbugiardare i cavalli di battaglia dell'asse Bossi-Berlusconi:
a) Immigrati = gente pericolosa, li combatteremo
b) Meno tasse = la sinistra le alza, noi no
c) Nessuna crisi del lavoro, si sta tutti bene
Il manifesto dice semplicemente che non è vero niente. Che l'immigrazione c'è, come ci sono le tasse e come non c'è il lavoro.
Allora questo manifesto va bene? No.

Perché l'associazione mentale è facile: più immigrati, meno sicurezza. La voglia di sbugiardare Berlusconi perché non rispetta le sparate che ci propina giornalmente ci fa sembrare delusi per la mancanza di quest'attuazione.
Detta coi piedi, sembra che il PD voglia meno immigrati.
E' giusto denunciare la sparizione delle ronde, ma non dobbiamo sembrare nostalgici delle ronde.

A noi le ronde non piacciono (a parte a Penati, ma quello secondo me durante il Congresso pestava i franceschiniani), noi siamo per una società aperta, difendiamo i lavoratori. Spieghiamola, tutta questa roba. Perché ci si mette un attimo a sembrare dalla parte della Lega.
Un nuovo manifesto andrà benissimo. Magari questo lo lasciamo in sezione, nello sgabuzzino: capita di sbagliare.

PS. a chi, sul web (leggete qualche commento), scrive che il PD è un partito senza idee, che bisogna "staccare la spina" chiedo: davvero? Davvero bisogna eliminare il più grande partito del centro-sinistra italiano? Guardate che così poi vince Berlusconi.

venerdì 2 luglio 2010

Evoluzione

Voi siete ancora lì a pensare a notizie, fatti, editoriali, se si parla di giornalismo: illusi. Ecco il nuovo elemento portante del giornalismo italiano: la sfiga. Ocio, che qui si arriva a livelli di scorrettezza notevoli.